Traduzione

martedì 23 agosto 2016

Compleanno Corpse Bride

Sono un po' in ritardo sulla tabella di marcia con questo post, ma luglio è stato un mese impegnativo e agosto si è guadagnato un lungo riposo.
Il compleanno di Giada quest'anno ha avuto come tema La sposa cadavere di Tim Burton.
Prima o poi così doveva essere, considerando la grande passione che Giada ha dimostrato fin da piccola per questo film di animazione.
Per chi non ha la memoria storica allego qui un vecchissimo post in cui si vede una delle sue primissime produzioni grafiche!
E poi come non sfruttare l'occasione di festeggiare mia sorella che il 16 luglio ha convolato a giuste nozze!
La torta l'ho mostrata nel post precedente.
Qui invece allego qualche immagine delle decorazioni.




venerdì 22 luglio 2016

Torta Corpse Bride

Quest'anno, con il matrimonio di mia sorella da organizzare, non ho avuto tempo per preparare in pasta di zucchero il topper per la torta di compleanno di Giada.
Ho usato quindi le meravigliose statuine della serie MacFarlane Toys, che avevo acquistato su internet.
Avevo anche poche idee sul come fare la base.
Alla fine ho optato per una città sui toni dell'azzurro, grigio e viola.

domenica 5 giugno 2016

Che schifo le lumache!

E il primo anno di scuola primaria è andato.
Per certi versi non è stato per niente semplice, ma alla fine è passato e ha lasciato un sacco di novità bellissime.
Giada ha imparato a leggere, e non è una cosa da poco!
Tanto che ha già voluto debuttare in pubblico.
Qualche mese fa, quando ancora non sapeva leggere lo stampatello minuscolo, ma solo quello maiuscolo, ci è capitato di prendere in biblioteca un libro dove i due personaggi principali, un piccolo rospo e il suo papà, dialogano in merito alla questione "cibo".
Per costringerlo a mangiare, il papà finge di mettere dentro le sue pietanze personaggi fantastici come unicorni, fate e sirene, mentre invece le sue ricette sono principalmente a base di lumache che, al piccolo, piacciono molto poco.
Giada ha amato da subito questa storia, ma soprattutto era attratta dal fatto che la parte del piccolo è scritta in stampatello maiuscolo quindi lei, già verso febbraio, riusciva a leggere da sola almeno la metà del libro.
Un giorno poi mi ha espressamente chiesto di poterlo leggere insieme a me ai suoi amici.
Io inizialmente ho dato poco peso alla richiesta pensando fosse un'idea momentanea, invece lei ha insistito parecchio, finchè alla fine ho ceduto e ho organizzato una merenda in cui lei potesse esaudire il desiderio di leggere questa storia.
Ho preparato la merenda ispirandomi al libro...



 Le vecchie girelle di solito fanno molto anni '80, ma in questo caso mi sono tornate proprio utili!!!
Poi qualche coroncina di carta a tema per dividerli in due squadre, così che alla fine della lettura potessero giocare a "ruba lumaca", la nostra versione personalizzata di "ruba bandiera"...


Ho poi preparato dei lumacotti di pasta di mais sempre ispirati alla storia da regalare ai bimbi e li ho usati come decorazione per la torta.
 E ho preparato dei sacchetti di caramelle, sempre graditissimi dai bimbi!!!



Giada è stata proprio brava, si è solo distratta un momento a guardare le sue amiche macchinare con i popcorn, ma per il resto ha interpretato benissimo il piccolo rospo, facendo voci ed espressioni...del resto nei giorni precedenti la sentivo in camera che faceva le prove!



Credo che vorrà ripeterlo periodicamente;)

mercoledì 4 maggio 2016

La notte in bianco del lupo nero

Sto lavorando da un po' di tempio a un laboratorio creativo rivolto ai bambini che terrò il 12 giugno in una località dell'Appennino Reggiano, nel Parco Nazionale dell'Appenino tosco-emiliano.
Il tema saranno i lupi, che abitano da sempre questi luoghi e che, nonostante il tentativo da parte della popolazione locale di catturarli (ad un certo punto pare che ci fossero anche riusciti e avessero cacciato anche l'ultimo lupo presente in questa zona) i lupi qui ci sono ancora!
L'attività prevederà narrazioni su più fasce di età e alcuni laboratori.
Uno di questo ho intenzione di impostarlo su una storia che ho scritto e che parla di un lupo che soffre di insonnia.
Un pecorella tenterà di dargli un consiglio su come prendere sonno, ma non sarà quello giusto. Contribuirà soltanto a fargli venire anche fame!
Questo i miei personaggi, lui di carta, lei di pasta di mais.
Lo sfondo è di legno, gli alberi realizzati in tecnica mista con le due sopra dette.
Per montare le scene ho realizzato delle fotografie, alcune delle quali rappresentano interamente la scena; altre invece sono state trattate con Photoshop per riprodurre alcuni elementi.
La pecorella consiglia al lupo di contare le nuvole per addormentarsi, lei lo fa sempre e funziona!
Lui prova, ma nel momento in cui sta per prendere sonno si sofferma sulla somiglianza delle nuvole con le pecore e a quel punto comincia a sentire i morsi della fame e realizza in quel momento di essersi lasciato sfuggire una gustosa cenetta che gli è passata proprio sotto il naso.

mercoledì 20 aprile 2016

Torta con dolcetti

Post veloce, perché anche se non ho moo da pubblicare in questo periodo in cui mi sto concentrando sul lavoro, mi vergogno del troppo tempo che non pubblico niente. Questa è una torta finta che ho decorato per una vetrina.
Ho utilizzati uno dei miei soggeto preferiti, il tavolino del tè, con i dolcetti.




mercoledì 2 marzo 2016

Idee carine

Niente hand made fatto da me in questo post.
Solo alcune idee regalo che secondo me meritano.
Mi piace molto la personalizzazione degli oggetti, credo che avere qualcosa che è solo tuo, pensato apposta da te o per te, dia soddisfazione più di qualunque altro oggetto in larga distribuzione.
Per questo mi capita spesso di venire "affascinata" da oggetti, più o meno importanti, dove la possibilità di personalizzazione consente di creare, anche attraverso le mani di qualcun'altro, un oggetto unico e personale.
E' un po' una forma di hand made per conto terzi!
Così ho pensato di mostrarvi i miei ultimi acquisti su questo fronte: il bracciale con la famiglia della linea "I Bamboli" e l'adesivo per auto di Sononato.
Io li adoro entrambi, ovviamente il primo prevede un investimento un po' diesro dal secondo, ma sono tutti e due troppo belli!!


martedì 16 febbraio 2016

Portafotografie per Alice

Questo portafotografie mi è stato commissionato da un amico per la nascita della sua nipotina Alice.
La cornice che avevo era grigia e questa volta, invece che colorarla di rosa, ho provato a modulare il lavoro sulla base di alcune tonalità di grigio, senza ovviamente tralasciare il pink!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...